Teorie cospirative

11.09.2017
Negli Stati Uniti "teoria cospirativa" è il nome dato a spiegazioni che differiscono da quelle che servono all'oligarchia dominante, all'apparato dirigente o in qualunque altro modo vogliamo chiamare coloro che fissano e controllano gli ordini del giorno [dei governi] e le spiegazioni che li sostengono.
 
Le spiegazioni imposteci dalla classe dirigente sono esse stesse teorie cospirative. Inoltre, sono teorie cospirative progettate per nascondere la vera cospirazione che i nostri governanti stanno operando.
 
Ad esempio, la spiegazione ufficiale dell'11 settembre è una teoria cospirativa. Alcuni Paesi musulmani, principalmente Arabia Saudita, hanno inflitto la massima umiliazione ad una superpotenza da quando Davide uccise Golia. Hanno surclassato tutte le 17 agenzie di intelligence statunitensi, quelle della NATO ed Israele, il Consiglio di Sicurezza Nazionale, l'Amministrazione della Sicurezza dei Trasporti, il controllo del traffico aereo e Dick Cheney, hanno sequestrato quattro aerei di linea americani una mattina, abbattuto tre grattacieli del World Trade Center, distrutto quella parte del Pentagono dove era stata avviata la ricerca di 2.3 trilioni di dollari mancanti e portato gli imbecilli a Washington ad incolpare l'Afghanistan anziché l'Arabia Saudita. Chiaramente, i sauditi che umiliarono l’Ameria erano coinvolti in una cospirazione per poterlo fare.
 
E’ questa una cospirazione credibile?
 
E’ incredibile la capacità di alcuni giovani uomini musulmani di realizzare un'impresa simile. Tale fallimento totale dell’apparato di sicurezza nazionale statunitense significa che l'America è stata ciecamente vulnerabile durante i decenni della guerra fredda con l'Unione Sovietica. Se tale fallimento totale dell’apparato di sicurezza nazionale statunitense fosse veramente avvenuto, la Casa Bianca e il Congresso avrebbero fatto il diavolo a quattro per un'inchiesta. Le persone sarebbero state ritenute responsabili della lunga catena di fallimenti della sicurezza che hanno permesso al complotto di avere successo. Invece, nessuno è stato nemmeno rimproverato e la Casa Bianca ha resistito per un anno a tutti gli sforzi per un'inchiesta. Infine, per chiudere con le famiglie dell'11 settembre, è stata convocata una Commissione sull'11 settembre. La commissione ha diligentemente scritto la versione del governo e questa è stata l’ "indagine".
 
Inoltre, non ci sono prove per sostenere la teoria cospirativa ufficiale dell'11 settembre. Infatti, tutte le prove conosciute contraddicono la teoria ufficiale del complotto.
 
Ad esempio, è un fatto dimostrato che l'edificio 7 è crollato con un’accelerazione da caduta libera, il che significa che è stato preparato per la demolizione. Perché è stato preparato per la demolizione? Non esiste risposta ufficiale a questa domanda.
È la nota evidenza fornita da scienziati, architetti, ingegneri, piloti e dai primi corrispondenti che si trovavano nelle torri gemelle e sperimentarono personalmente le numerose esplosioni che si svilupparono lungo le torri ad essere descritte come teoria cospirativa.
 
La CIA ha introdotto il termine "teoria della cospirazione" nel linguaggio comune come parte del suo piano d'azione per screditare gli scettici nei riguardi della relazione della Commissione Warren sull'assassinio del presidente John F. Kennedy. Qualsiasi spiegazione diversa da quella consegnata, che è contraddetta da tutte le prove conosciute, è stata scartata come teoria cospirativa.
 
Le teorie cospirative sono la spina dorsale della politica estera statunitense. Ad esempio, il regime di George W. Bush era attivo in una cospirazione contro l'Iraq e Saddam Hussein. Il regime Bush ha creato false prove di "armi di distruzione di massa irachene", ha venduto la falsa storia a un mondo ingenuo e l’ha usata per distruggere l'Iraq e uccidere il suo leader. Allo stesso modo, Gheddafi è stato una vittima di una cospirazione Barack Obama / Hillary Clinton per distruggere la Libia e ucciderlo. Il siriano Assad e l'Iran sono stati oggetti dello stesso trattamento fino a quando i russi non sono intervenuti.
Attualmente, Washington è impegnata in cospirazioni contro la Russia, la Cina e il Venezuela. Proclamando una minaccia iraniana inesistente, Washington ha posizionato missili americani sul confine russo e ha usato la "minaccia nordcoreana" per posizionare missili sul confine con la Cina. Il presidente democraticamente eletto del Venezuela è stato dichiarato da Washington come dittatore e sono state imposte sanzioni al Venezuela per aiutare la piccola elite spagnola attraverso la quale Washington ha tradizionalmente governato i Paesi del Sud America, realizzare un colpo di stato e ristabilire il controllo statunitense sul Venezuela.
 
Tutti sono una minaccia: Venezuela, Yemen, Siria, Iran, Iraq, Afghanistan, le tribù in Pakistan, Libia, Russia, Cina, Corea del Nord, ma mai Washington. La più grande teoria cospirativa del nostro tempo è che gli americani siano circondati da minacce straniere. Non siamo al sicuro nemmeno dal Venezuela.
 
Il New York Times, il Washington Post, la CNN, il NPR e il resto delle presstitute sono svelte a scartare come teorie cospirative tutte le spiegazioni che si discostano dalle spiegazioni degli interessi dominanti che loro stessi servono.
 
Tuttavia, mentre sto scrivendo e da nove mesi ad oggi, i media presstitute stanno promuovendo la teoria del complotto che Donald Trump sia coinvolto in una cospirazione con il presidente della Russia e i servizi segreti russi per truccare le elezioni presidenziali statunitensi e mettere Trump, un agente russo, alla Casa Bianca.
 
Questa teoria cospirativa non ha alcuna prova. Non ha bisogno di prove, perché serve agli interessi del complesso militare / sicurezza, del Partito Democratico, dei neoconservatori e permette alle presstitute di mostrare una viva devozione ai loro padroni. Attraverso una ripetizione infinita, una menzogna diventa verità.
 
C'è una cospirazione ed è contro il popolo americano. Il suo lavoro è stato spostato all’estero per arricchire quelli già ricchi. E’ stato costretto ad indebitarsi in un sforzo futile per mantenere il proprio livello di vita. Il suo proprio sforzo per frenare il proprio declino scegliendo un presidente che parli per lui è stato sovvertito davanti ai suoi occhi da dei media corrotti e da una classe dominante corrotta.
 
Presto o tardi si accorgerà che non c'è niente che possa fare se non una rivolta violenta. Molto probabilmente, quando arriverà a questa conclusione, sarà troppo tardi. Gli americani sono molto lenti a sfuggire alla falsa realtà in cui vivono. Gli americani sono un popolo con il cervello completamente lavato che tiene strettamente all'interno di Matrix la loro falsa vita.
Per gli ingenui e i sempliciotti a cui è stato lavato il cervello e che credono sia una teoria cospirativa qualsiasi spiegazione che si distingua da quella benedetta ufficialmente, ci sono lunghe liste su internet di cospirazioni governative che sono riuscite ad ingannare le persone affinché i governi possano raggiungere quegli scopi che la gente avrebbe altrimenti rifiutato.
 
Se la libertà continuerà a esistere sulla Terra, non sarà nel mondo occidentale. Sarà in Russia e in Cina, Paesi che sono emersi dal suo contrario e conoscono il valore della libertà, e sarà nei Paesi sud-americani, come il Venezuela, l'Ecuador e la Bolivia che lottano per la loro sovranità contro l'oppressione americana.
 
Infatti, come gli storici non interessati alle loro carriere cominciano a scrivere, la lezione primaria della Storia è che i governi ingannano i loro popoli.
 
Ovunque nel mondo occidentale, il governo è una cospirazione contro i popoli.
 
************
Articolo originale di Paul Graig Roberts:
 
Traduzione di Costantino Ceoldo – Pravda freelance