Alla vigilia del vertice Ue, Mosca ha proposto la revoca delle sanzioni

Mercoledì, 14 Dicembre, 2016 - 13:45

Alla vigilia del vertice dei capi di Stati dell'Unione europea, il rappresentante permanente della Russia presso l'UE, Vladimir Chizhov, "inaspettatamente" ha proposto di "alleviare le differenze" tra Mosca e Bruxelles, scrive Die Welt.

L'edizione tedesca ricorda che il Consiglio europeo dovrebbe prendere una decisione per estendere le sanzioni contro la Federazione russa.

Secondo Chizhov, la Russia è pronta per la cooperazione militare con l'Unione europea". "È del tutto possibile immaginare che l'esercito russo prenderà parte alle operazioni dell'UE", - ha detto il rappresentante permanente della Russia presso l'UE.
Inoltre, Chizhov ha detto che le possibilità di una più stretta cooperazione nei seguenti settori: energia, regolazione della migrazione incontrollata, la lotta contro il terrorismo, criminalità informatica e la tratta di esseri umani. Il diplomatico ha anche ammesso di effettuare in futuro un vertice Ue-Russia. "Condizione" per tutto questo, però, è la cancellazione delle sanzioni occidentali contro la Russia, sottolinea la pubblicazione.

Con un occhio al nuovo presidente degli Stati Uniti Donald Trump, Chizhov ha detto: "Se Washington unilateralmente annulla le sanzioni contro la Russia, in questo caso, mi aspetto che gli europei ne seguiranno l'esempio".

Mosca, a sua volta, è pronta ad abbandonare l'embargo agricolo imposto contro l'UE, ha aggiunto lui. "Così, il Cremlino aumenta la pressione sull'Unione europea", - dice l'edizione tedesca.