ONU, Ban Ki-moon rivela il numero dei combattenti del Daesh in Siria e Iraq

Venerdì, 15 Aprile, 2016 - 12:15

Decine di migliaia di persone di tutto il mondo si sono uniti alle attività dei terroristi dello "Stato Islamico" (Daesh) in Iraq e Siria, ha riferito oggi il segretario generale delle Nazioni Unite Ban Ki-moon durante la riunione del Consiglio di Sicurezza ONU.

Secondo il segretario generale, il Daesh ha dimostrato le sue capacità di radicalizzare e reclutare i giovani tramite strategie che sfruttano Internet ed i social network.

"Più di 30mila persone provenienti da tutto il mondo si sono unite alla campagna dei terroristi in Iraq e Siria. Questi combattenti stranieri rappresentano una grave minaccia per la sicurezza dei propri e degli altri Paesi una volta che ritornano," — ha evidenziato Ban Ki-moon.

Ha osservato che i membri dell'ONU dovrebbero adottare misure più concrete per evitare i loro finanziamenti tramite il commercio di petrolio e gas, il contrabbando di oggetti del patrimonio culturale, i sequestri di persona a scopo di estorsione, nonché le donazioni finanziarie dall'estero. Occorre inoltre negare ai terroristi la possibilità di sfruttare Internet per reclutare i giovani, ha rilevato il segretario generale dell'ONU.