Siria. Il partito Baʿth vince le elezioni: avrà 200 seggi su 250 nel Consiglio del Popolo

Lunedì, 18 Aprile, 2016 - 08:30

Il Partito del Risorgimento Arabo Socialista, meglio noto come Partito Baʿth Arabo Socialista, ha vinto le elezioni per il rinnovo del Consiglio del Popolo in Siria. La commissione elettorale ha reso noti i risultati del voto svoltosi il 13 aprile, al quale hanno partecipato il 57,56% degli aventi di diritto: su 8.834.999 persone registrate nelle liste elettorali del Paese, sono state 5.850.444 a recarsi alle urne. La coalizione del partito del presidente Bashar al Assad (denominata National Unity) ha ottenuto 200 seggi su 250 disponibili.

I candidati erano circa 3.450, oltre 7mila i seggi. Le elezioni si sono svolte nelle aree sotto il controllo del governo siriano in tutte le province tranne che in quelle di Raqqa e Idlib, entrambe nel nord e controllate rispettivamente dal Fronte al-Nusra, ramo siriano di al-Qaeda e dei suoi alleati, e dallo Stato islamico.

Il voto non è stato riconosciuto dall’Onu. La Russia, dal suo canto, ha detto che si è trattato di elezioni legittime e di una grande prova di democrazia. Il Cremlino si è complimentato con il Presidente Assad per il successo.