Russia

L’UE ha fatto marcia indietro

12.08.2022

L’UE ha mosso i primi passi per revocare le sanzioni energetiche e alimentari contro la Russia, seguiranno altri passi? O l’Occidente, demonizzando la Russia, reagirà con un attacco militare? Non è stato ancora deciso nulla, ma se il passo indietro continua e l’accordo separato sulle esportazioni di grano dall’Ucraina rimane, sarà generalmente una buona notizia per la regione.

Significato geopolitico della Battaglia di Molodi e l’Operazione Militare Speciale

04.08.2022

Nei giorni dal 9 luglio al 2 agosto 2022 ricorre il 450° anniversario della vittoria dell’esercito russo nella battaglia di Molodi. Nel suo significato, questa battaglia è paragonabile alla battaglia per Mosca nella Grande Guerra Patriottica. Almeno così la considera il più grande specialista contemporaneo del Medioevo russo, lo storico Dmitry Volodikhin. Come nel 1941, nel 1572 era in gioco l’esistenza stessa e il futuro geopolitico dello stato russo. Ora nell’Operazione Militare Speciale in Ucraina, la posta in gioco è altrettanto alta.

Lotta per il Caucaso. Parte I. L’inizio del conflitto

01.08.2022

L’articolo svela vari aspetti del confronto geopolitico tra l’Impero russo e le principali potenze europee nella lotta per il Caucaso. L’autore mostra come la Gran Bretagna, la Turchia e la Francia abbiano cercato di prendere il controllo di questa regione montuosa nel XIX secolo, quali meccanismi e trucchi sono stati usati dai nostri concorrenti nel Caucaso e come gli abitanti degli altipiani sono diventati ostaggi di un grande gioco geopolitico. Esempi storici specifici mostrano la tecnica del “caos controllato”, utilizzata dall’Occidente per contenere e contrastare la Russia. L’articolo prosegue il ciclo di ricerca dell’autore sullo studio delle tecniche per la destabilizzazione politica della società.

Il servizio fotografico di Vogue degli Zelensky svela la farsa in cui si è trasformato il conflitto ucraino

29.07.2022

Gli occidentali sono stati indottrinati a credere che la Prima Famiglia sia in difficoltà proprio come i loro compatrioti. Zelensky, ad esempio, non si cambia quasi mai la camicia, così la gente ha pensato che la vita del Presidente ucraino deve essere molto difficile se non riesce nemmeno a praticare una corretta igiene. L’ultima cosa che avrebbero potuto aspettarsi è che in realtà vive una vita piuttosto sciccosa con la moglie, entrambi appaiono totalmente spensierati e rilassati.

La Russia si impegna ad aiutare i Paesi africani a completare il processo di decolonizzazione

25.07.2022

Quando si pensa alla liberazione, la prima cosa che viene in mente a molti è la causa della decolonizzazione dell’Africa, che purtroppo non è ancora stata completata del tutto. Ne consegue naturalmente che se la Russia vuole ottenere credibilità per il suo manifesto rivoluzionario globale, allora deve sostenere attivamente l’Africa nel portare finalmente a termine questo processo, ergo la promessa di Lavrov a tal fine.