MULTIPOLARISMO

L’aggressività delle grandi potenze e l’inettitudine delle Nazioni Unite

L’aggressività delle grandi potenze e l’inettitudine delle Nazioni Unite
09.01.2023

I difetti istituzionali delle Nazioni Unite (ONU) hanno permesso alle grandi potenze, in particolare agli Stati Uniti, di promuovere i loro interessi a scapito degli scopi principali dell’organizzazione. Non è riuscita a evitare le guerre; pace e sicurezza sono ormai un ricordo del passato. Mentre sono cambiate solo le tattiche e gli schemi di battaglia, le fiamme del conflitto non sono mai state spente.

Il dialogo a Manama

Il dialogo a Manama
29.11.2022

Dal 18 al 20 novembre, il Bahrein ha ospitato il forum internazionale Manama Dialogue, organizzato dall’International Institute for Strategic Studies (IISS), un’organizzazione globalista con uffici a Londra e Washington. Il dialogo si è svolto principalmente tra l’Occidente e alcune monarchie del Golfo Persico, che frequentano regolarmente il forum. Sono intervenuti anche funzionari di Egitto, Israele, Singapore e Iraq.

Come gli Stati Uniti stanno spingendo l’India verso il multipolarismo

Come gli Stati Uniti stanno spingendo l’India verso il multipolarismo
28.11.2022

Per diversi mesi gli Stati Uniti hanno ripetutamente cercato di costringere l’India a rompere i legami con la Russia, abbandonando così i propri interessi nazionali. Nuova Delhi, tuttavia, continua a resistere ai tentativi americani di assoggettare la propria economia ai dettami di Washington.

L’ultima polemica ha riguardato il tentativo di imporre controlli sui prezzi del petrolio russo da parte del G7 e i divieti dell’UE e del Regno Unito sulla spedizione e sui servizi correlati al petrolio russo.

Secondo mondo, semiperiferia e Stato-Civiltà nella teoria del Mondo Multipolare

Secondo mondo, semiperiferia e Stato-Civiltà nella teoria del Mondo Multipolare
23.11.2022

Per comprendere la trasformazione fondamentale dell’ordine mondiale che abbiamo davanti agli occhi, e soprattutto la transizione da un modello unipolare (globalista) a uno multipolare, si possono utilizzare unità concettuali e metodi diversi. Dovrebbero gradualmente svilupparsi in una teoria più o meno coerente di un mondo multipolare. Ho proposto la prima versione di questa teoria nei miei libri Teoria del mondo multipolare e Geopolitica del mondo multipolare, ma questi sono solo i primi approcci a un tema così serio.

Spiragli di crepuscolo del globalismo a Bali

Spiragli di crepuscolo del globalismo a Bali
22.11.2022

Il 15-16 novembre si è tenuto a Bali, in Indonesia, il Vertice del G20.  Il motto ufficiale del forum era “Recuperare insieme, recuperare più forte”. Le priorità principali dell’agenda annunciata dal Paese ospitante del vertice, l’Indonesia, sono state l’architettura sanitaria globale, la digitalizzazione e la transizione energetica sostenibile. Tuttavia, l’attenzione dei media mondiali era rivolta ad altre questioni.

La fine della Gleichschaltung globale

La fine della Gleichschaltung globale
05.10.2022

Gleichschaltung è un’espressione in lingua tedesca usata dai nazisti, dalla fine degli anni Venti fino al 1935, per indicare la sincronizzazione, l’allineamento, lo sfasamento nell’allineamento, il portare le cose o i processi allo stesso livello e incanalarli nello stesso flusso al fine di raggiungere una rigida e totale uniformità e la nazificazione della società e dello Stato, usando metodi di governo selvaggi e disumani e metodi violenti verso quasi tutti i membri della società. Dopo la Seconda Guerra Mondiale e la sconfitta dei nazisti, la Gleichschaltung si è trasformata.

Problemi di logistica globale

Problemi di logistica globale
05.09.2022

Il 29 agosto è stato annunciato che la Turchia intendeva aumentare cinque volte il prezzo del passaggio attraverso il Bosforo e i Dardanelli. Secondo Sabah, la Turchia è andata ad aumentare il valore del pedaggio, in accordo con i diritti internazionali concessile dalla Convenzione di Montreux, che determina il reddito dello stretto. Nel 1983, la Turchia ha fissato uno sconto del 75% sul valore del pedaggio e lo ha fissato a $ 0,80.

La Russia si impegna ad aiutare i Paesi africani a completare il processo di decolonizzazione

25.07.2022

Quando si pensa alla liberazione, la prima cosa che viene in mente a molti è la causa della decolonizzazione dell’Africa, che purtroppo non è ancora stata completata del tutto. Ne consegue naturalmente che se la Russia vuole ottenere credibilità per il suo manifesto rivoluzionario globale, allora deve sostenere attivamente l’Africa nel portare finalmente a termine questo processo, ergo la promessa di Lavrov a tal fine.