terrorismo

Il Mujahedin-e Khalq sulla via del ritorno all'FTO

10.07.2022

Il gruppo Mojahedin-e Khalq è un gruppo terroristico che dopo la sua formazione ha assassinato 6 consiglieri americani a Teheran durante il periodo dello Scià, fantoccio dell'America. Con la vittoria della rivoluzione, quando il popolo non li ha votati alle elezioni, ha iniziato a vendicarsi della sua gente, così che in breve tempo ha massacrato 12 mila persone nel peggior modo possibile, tanto che tra i morti si possono vedere anche i corpi di molte donne e bambini.

È troppo presto per definire “rivoluzione colorata” le proteste nel Karakalpakstan dell’Uzbekistan

03.07.2022

Anche se c’è sempre la possibilità che gli eventi vadano temporaneamente fuori controllo, le probabilità sono drasticamente ridotte contro chiunque, locale o straniero, speri di armare con successo le percezioni sulle riforme co

Il raduno annuale dei Mujahedin-e Khalq

24.06.2022

Gli incontri di propaganda del gruppo Mojahedin-e Khalq, noti come Kahkeshan (Galassia), si sono tenuti dal 2004 al 2018 in vari luoghi di Parigi, Auvers-sur-Oise (residenza di Maryam Rajavi), a nord di Parigi o a Villepinte. Dopo il 2018, il gruppo ha accusato un diplomatico iraniano di aver messo una bomba ad uno di questi raduni e poi ha tenuto questa riunione di propaganda sotto forma di manifestazioni oppure online con il pretesto della pandemia da coronavirus. Lo scopo di questi raduni multimilionari è semplicemente quello di creare l'impressione nella mente del pubblico che “noi esistiamo”, ma se osserviamo attentamente i volti dei membri di questa organizzazione in tali incontri, noteremo un’organizzazione rotta e invecchiata.