Ucraina

L’UE ha fatto marcia indietro

12.08.2022

L’UE ha mosso i primi passi per revocare le sanzioni energetiche e alimentari contro la Russia, seguiranno altri passi? O l’Occidente, demonizzando la Russia, reagirà con un attacco militare? Non è stato ancora deciso nulla, ma se il passo indietro continua e l’accordo separato sulle esportazioni di grano dall’Ucraina rimane, sarà generalmente una buona notizia per la regione.

Significato geopolitico della Battaglia di Molodi e l’Operazione Militare Speciale

04.08.2022

Nei giorni dal 9 luglio al 2 agosto 2022 ricorre il 450° anniversario della vittoria dell’esercito russo nella battaglia di Molodi. Nel suo significato, questa battaglia è paragonabile alla battaglia per Mosca nella Grande Guerra Patriottica. Almeno così la considera il più grande specialista contemporaneo del Medioevo russo, lo storico Dmitry Volodikhin. Come nel 1941, nel 1572 era in gioco l’esistenza stessa e il futuro geopolitico dello stato russo. Ora nell’Operazione Militare Speciale in Ucraina, la posta in gioco è altrettanto alta.

Le pressioni tedesche sulla Polonia per l’Euro sono l’ultimo gioco di potere egemonico di Berlino

20.07.2022

Il grigio cardinale polacco Jaroslaw Kaczynski, che si è dimesso dalla carica di vice primo ministro per motivi di salute alla fine del mese scorso, ha affermato che l’adozione dell’euro avrebbe “ucciso” le prospettive del suo Paese di sopravvivere all’attuale crisi economica. Ha inoltre aggiunto che solo la Germania e il gruppo di Paesi della periferia occidentale e meridionale beneficiano di questa moneta, mentre altri, come la Lituania, stanno sperimentando un’inflazione incontrollata. Questo fa seguito alle accuse rivolte all’inizio del mese dal governatore della banca centrale alla Germania di aver esercitato pressioni sulla Polonia affinché abbandonasse la propria moneta nazionale a favore dell’euro. È evidente che l’alleanza polacco-prussiana, di cui l’ex presidente russo e vicepresidente in carica del Consiglio di Sicurezza Dmitry Medvedev ha parlato a fine maggio, si sta sgretolando a causa dell’ultimo gioco di potere egemonico di Berlino.

La caccia di Israele all’Imam Mahdi, l’Iran e la guerra in Ucraina?

15.07.2022

Il presidente Biden ha fatto un’affermazione sbagliata su quanto “poco” sapesse dei “dettagli dell’Islam”: “Ne sapevo qualcosa, ma non sapevo che differenza ci fosse.  Non sapevo cosa fosse l’Imam nascosto” e ha cambiato rapidamente argomento, sapendo che non avrebbe dovuto menzionare ad alta voce un segreto aperto. L’ossessione del sionismo globale di istigare una guerra con l’Iran non ha tanto a che fare con il programma nucleare del Paese, ma si basa piuttosto sulla “convinzione messianica” dei leader israeliani che “l’Iran sciita stia spianando la strada al ritorno dell’Imam nascosto che porterà l’Armageddon sul mondo”.

Perché l’estrema destra e l’estrema sinistra americane si sono schierate contro gli aiuti all’Ucraina

09.07.2022

Proponiamo qui quella che è l’opinione espressa in un articolo di Jan Dutkiewicz e Dominik Stecuła apparso sul sito foreignpolicy.com riguardo alla tendenza dell’estrema destra e dell’estrema sinistra americane ad assumere posizioni convergenti su temi di politica estera, nello specifico sulla crisi ucraina. Alcuni pareri potrebbero non coincidere con quelli della redazione.