Kazakistan

Elezioni in Kazakistan

Elezioni in Kazakistan
01.12.2022

Il 20 novembre l’attuale presidente del Kazakistan è stato rieletto per un nuovo mandato di sette anni. Sebbene dal punto di vista della politica mondiale, le elezioni in Kazakistan si siano svolte come un normale evento elettorale, gli specialisti dei paesi della CSI ritengono che sia piuttosto significativo. In realtà, è stato un tentativo personale di Qasym-Jomart Toqaev di assicurarsi la legittimità del popolo, così come dei suoi partner stranieri. I risultati erano prevedibili (oltre l’81% per Toqaev) e non c’erano praticamente falsificazioni, cioè le elezioni erano trasparenti. Allo stesso tempo, il ministero degli Affari esteri del Kazakistan ha reagito duramente alle critiche degli osservatori dell’Ufficio per le istituzioni democratiche dell’Organizzazione per la sicurezza e la cooperazione in Europa (OSCE/ODIHR).

Un tentativo di dialogo tra civiltà

Un tentativo di dialogo tra civiltà
26.09.2022

spirituale e sociale dell’umanità nel periodo post-pandemico”. Vi partecipano più di cento delegazioni provenienti da 50 Paesi. Tra i leader religiosi che partecipano al congresso vi sono rappresentanti della Chiesa ortodossa russa (il metropolita Antonio di Volokolamsk, presidente del Dipartimento per le relazioni ecclesiastiche esterne del Patriarcato di Mosca; il metropolita Alessandro di Astana e del Kazakistan; il segretario del Dipartimento per le relazioni ecclesiastiche esterne per le relazioni interreligiose, segretario esecutivo del Consiglio interreligioso della Russia sacerdote Dimitri Safonov), leader di comunità e organizzazioni musulmane, come l’imam supremo di Al-Azhar Sheikh Muhammad Ahmad At-Tayeb. Per le Chiese ortodosse era presente anche Teofilo III, Santissimo e Beato Patriarca della Città Santa di Gerusalemme, di tutta la Palestina, dell’Arabia, della Siria, delle Due Sponde del Giordano, di San Sion e di Cana di Galilea.

Aleksandr Dugin a NV News: “Credo che non passerà molto tempo prima della grande vittoria, o della grande sconfitta”

12.02.2022

Il filosofo Alexander Dugin risponde alle domande di VN News. Non solo discutiamo gli eventi mondiali più importanti dell’inizio del 2022 e le prospettive per il mondo russo, ma scopriamo anche perché il Kazakistan non dovrebbe lasciare l’orbita eurasiatica e chi è il principale nemico della Russia.

La visita eurasiatica di Nazarbaev

04.08.2016

Il Presidente del Kazakistan, Nursultan Nazarbayev, arriverà oggi in una visita ufficiale in Turchia. Ad Ankara, Nazarbayev si incontrerà con il presidente turco Recep Tayyip Erdogan e si terranno i colloqui in un formato espanso. Questa è la prima visita del capo di uno Stato straniero nella Repubblica di Turchia dopo aver fallito colpo di stato pro-americano del 15 il 16 luglio.

Kazakistan sta distruggendo i terroristi

10.06.2016

L’operazione antiterroristica è avvenuta in Kazakhstan, Aktobe. 5 terroristi sono stati liquidati. La domenica scorsa in questa città un gruppo radicale islamico ha attaccato il negozio d’armi e l’unità militare. Questo non è il primo atto di terrorismo nella regione. L'attivazione dei terroristi ha coinciso con le proteste di massa contro il governo.